Mi piace sempre ripetere che quello dell’onicotecnica non è un mestiere che si può improvvisare. E’ una professione fatta di costante impegno, studi, aggiornamenti continui e soprattutto precisione, non solo nell’esecuzione ma anche nella spiegazione del trattamento che si sta effettuando.
Questa precisone, purtroppo, spesso viene a mancare e visto che siamo in tema Halloween, vi faccio un elenco delle frasi da brividi che sento più spesso.

“inserisca nel fornetto” al posto di Lampada UV o LED, ricordate che non state preparando dei biscotti
“pellicine” invece del corretto termine cuticole
• “cuocere il gel” quando sarebbe opportuno usare il termine tecnico polimerizzare il gel
“catalizzare” quando invece si vuole intendere polimerizzare, la catalizzazione è solo una parte di questo processo
“respirare l’unghia”, l’unghia non respira, si riposa non è una scarpa Geox
• “usiamo le cartine”, non stiamo studiando geografia, noi usiamo le formine
• “clip”, quelle si usano per gli orecchini, a noi servono le tip
• E dulcis in fundo “bombatura dell’unghia”, che mi fa sempre pensare ad una bella bomba calda al cioccolato, quando invece vorreste semplicemente dire curvatura dell’unghia.

Ricordate sempre che l’importante non è solo il risultato finale del vostro lavoro ma anche il processo mediante il quale ci arrivate. Una cliente deve sempre sapere che può fidarsi di voi e delle vostre competenze e deve essere sempre certa della vostra professionalità.
L’uso della corretta terminologia avvalora il vostro, anzi il nostro, bellissimo lavoro.

Buon Halloween a tutte,

Lory

condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *