Come trattare le cuticuole: tutte le differenti scuole di pensiero.

Qual è il primo difetto che noto in una nail art ben fatta? Indubbiamente mi soffermo a pensare a come sono state trattate le cuticole.

Cosa sono le cuticole o pellicine? Sono inspessimenti della cute che tendono anche a distaccarsi e alzarsi, rivelandosi oltre che antiestetiche e brutte a vedersi, particolarmente fastidiose. La loro funzione è indispensabile, tutelano l’unghia e la proteggono da eventuali infezioni e micosi. Sono una sorta di barriera che evita il contatto diretto della radice dell’unghia con batteri.

Quindi, anche quando si parla di rimozione, si parla sempre di eliminare quelle in eccesso e particolarmente fastidiose, non andando assolutamente a toccare la zona dell’iponichio.

La tendenza di molti, in periodi di particolare stress, è quella di mangiucchiarle, creando spesso arrossamenti, gonfiori e spesso anche lievi sanguinamenti. Suggerite sempre alle vostre clienti di evitare, rischiano di creare inestetismi davvero brutti da vedere e soprattutto potrebbero dare il là a infiammazioni come il girodito o patereccio.

Esistono varie scuole di pensiero su come trattare le cuticole, molte dipendono anche dal tipo di manicure che si va ad effettuare:

  • Nella manicure classica le cuticole vanno tagliate con le tronchesine, ovviamente non ci si può improvvisare esperte, occorre aver seguito un corso apposito (ossia quello che rilascia la qualifica di estetista) … il rischio è quello di peggiorare la situazione provocando sanguinamenti;
  • Nella manicure europea le cuticole vengono invece ammorbidite con un gel di emulsione e poi vengono spinte in modo delicato con un bastoncino di legno;
  • Nella dry manicure le cuticole vengono trattate con punte di fresa, quindi avvalendosi dell’utilizzo di un micromotore. E qui ragazze ci tengo a specificare che aver ricevuto l’adeguata formazione è indispensabile trattandosi di uno strumento estremamente delicato, non basta affidarsi a tutorial su youtube, occorre che le prime volte che effettuate trattamenti vi esercitiate sotto gli occhi attenti di una docente esperta.

Il suggerimento per le ragazze meno esperte è quello di trattarle dopo aver ricostruito correttamente in gel, il rischio è quello di pasticciare troppo con eventuali piccole ferite che potreste causare.

Il mio consiglio è, dove è possibile, eliminare le cuticole senza tagliarle. Come?

Esistono appositi prodotti atti alla rimozione delle cuticole, da non confondere con gli oli per cuticole, che facilitano la rimozione delle stesse. In casa Gamax, ci vantiamo dell’efficienza e dell’efficacia, del nostro cuticle remover. Il cuticle remover, è quello che comunemente viene definito sciogli cuticole, va applicato e lasciato agire sul giro cuticole, contiene una soluzione alcalina che agevola la rimozione. Vi consiglio di lasciarlo in posa solo per poco tempo e di sciacquare subito le mani.

A questo punto le nostre cuticole o pellicine saranno pronte per essere trattate con uno spingicuticole, consigliamo di usare uno spingicuticole puntaquadrata concepito apposta per questo.

 

Come si usa uno spingicuticole?

La rimozione delle cuticole con questo metodo è sicuramente più semplice e lineare rispetto a quella che prevede l’utilizzo delle tronchesine o della fresa. Il trucco è essere delicate e decise allo stesso tempo e applicare una leggera pressione verso il basso, vi renderete conto che il cuticle remover ha agito alla perfezione perché riuscirete ad ottenere in poco tempo il risultato desiderato.

 

Molti tendono a sconsigliare l’utilizzo di questi prodotti scioglicuticole, indicando tra le motivazioni la composizione chimica degli stessi e la possibilità di danneggiare la pelle. Ovviamente, bisogna avere particolare attenzione nell’applicazione e nel risciacquare le mani subito dopo per evitare che la soluzione alcalina continui ad agire, ma seguendo queste semplici regole si può stare tranquilli.

Come si può facilmente immaginare, le cuticole soprattutto se rimosse in modo aggressivo, tendono a ricrescere  e inspessirsi

Esiste un modo per eliminare definitivamente le cuticole?

Esistono sicuramente modi per evitare o ritardare la crescita, uno dei più semplici? L’utilizzo costante di un olio per cuticole.

Gli oli per cuticole vanno applicati dopo ogni trattamento di manicure intorno al giro cuticole e vanno massaggiati delicatamente. Contengono tantissime vitamine e proprietà naturali che nutrono e rinforzano la cute in questa zona molto particolare e delicata.

L’utilizzo di saponi e detersivi particolarmente aggressivi tende a favorire la ricomparsa delle cuticole, quindi in questo caso, il suggerimento è quello di applicarlo quotidianamente.

L’applicazione dell’olio per cuticole può diventare parte della vostra routine, un momento che dedicate solo a voi mentre magari guardate una serie tv o un programma, massaggiate delicatamente ogni singolo dito per idratare a fondo la cute. Nella gamma Gamax esistono addirittura diverse fragranze per il prodotto, ognuna di loro ha la sua particolare profumazione che rende l’applicazione più piacevole.

Tra i preferiti delle nostre clienti quello alla vaniglia e alla rosa, profumazioni dolci e delicate che lasciano sognare.

Tirando le somme:

Le cuticole sono indispensabili per la salute dell’unghia, tal volta però possono risultare antiestetiche e fastidiose. Se potete, a meno che non vi viene esplicitamente richiesto dalla cliente, cercate di evitare la rimozione delle cuticole. Se utilizzate una tronchesina o un micromotore fatelo solo dopo aver seguito un corso, quando siete pienamente padrone della tecnica giusta.

Il consiglio è sempre quello di spingere semplicemente le cuticole dopo aver applicato un prodotto sciogicuticole, nel nostro caso l’amato cuticle remover.

L’attenzione alle cuticole è fondamentale in ogni lavoro di manicure per avere una corretta e omogenea applicazione, precisa fino al giro cuticole.

 

 

 

 

 

condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *